Architetti senza tempo

>> Sei nella Sezione Architettura contemporanea

Architetti senza tempo è un progetto nato dalla collaborazione tra la Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e Open House Italia, per dare vita ad un weekend dal 16 al 19 giugno 2022 dove si approfondiranno, grazie a visite, itinerari, mostre e talk, le figure di cinque architetti rappresentativi di quattro città italiane: Gae Aulenti a Milano, Luigi Moretti a Roma, Stefania Filo Speziale a Napoli, Sergio Jaretti Sodano ed Elio Luzi a Torino.

 

Selezionati per la loro influenza culturale e professionale con un’eredità di opere di rilievo assoluto, che necessita di essere maggiormente divulgata per poter essere apprezzata come patrimonio collettivo, i protagonisti di Architetti senza tempo vengono oggi riscoperti sotto una nuova luce, per misurare il loro valore anche sulla base dell’influenza esercitata sulle generazioni successive.

 

Se per Luigi Moretti e Gae Aulenti non occorrono presentazioni, entrambi di levatura internazionale, autore il primo di una notevole produzione, conosciuta la seconda per la grande influenza culturale, per gli autori selezionati a Napoli e Torino la funzione di questo progetto si dimostra ancora più determinante. Stefania Filo Speziale è la prima donna laureata in architettura a Napoli, allieva di Marcello Canino, progettista determinata e dal talento nitido, caratteristiche grazie alle quali si impose sulla scena dell’architettura napoletana del secondo dopoguerra con circa 150 progetti realizzati, tra cui commesse e importanti concorsi come quello per il Grattacielo della Cattolica Assicurazioni; una figura rimasta nella penombra per la scarsezza di studi e ricerche, dovuta anche alla completa perdita del suo archivio. Elio Luzi e Sergio Jaretti Sodano, sodalizio ventennale operante prevalentemente nel torinese e in connubio quasi esclusivo con l’impresa Manolino, sperimentano spaziando tra stili (come il Neoliberty per la Casa dell’Obelisco) ma restando fedeli a una forte impronta molliniana, che si esprime nella grande perizia “artigianale” nell’uso dei materiali.

 

Quattro giorni di visite e approfondimenti
4 città / 5 architetti / un secolo di storia

 

Architetti senza tempo – Locandina
Architetti senza tempo – Comunicato stampa
Architetti senza tempo – Catalogo
Scheda dedicata sul sito di Open House Italia (con il programma completo degli appuntamenti)