Cineperiferie

>> Sei nella Sezione Periferie e rigenerazione urbana 

La DGAAP (precedente acronimo dell’attuale Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura) e la Direzione Generale Cinema presentano la prima edizione del progetto Cineperiferie, iniziativa volta al finanziamento di progetti culturali che contribuiscano alla conoscenza dei paesaggi periferici in Italia per valorizzarne le culture.

 

Il programma invita ad interrogarsi sui paesaggi periferici italiani, intesi come territori, non necessariamente lontani dal centro, che vivono realtà di fragilità sociale, economica, ambientale, di difficile accessibilità a servizi e infrastrutture, o ancora dove sono riscontrabili fenomeni di degrado fisico, di marginalità, di disagio sociale, di insicurezza e di povertà. Il fine è quello di conoscere e ripensare il ruolo delle periferie, rivelandone la specifica identità e le potenzialità. Periferie dove vivono comunità, luoghi di aggregazione dove sentirsi profondamente radicati e non esclusi.

 

Due le linee di finanziamento: la prima per la realizzazione di rassegne cinematografiche nelle aree caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale sui temi della periferia e che coinvolgano le comunità residenti; la seconda per la produzione di cortometraggi a carattere documentaristico.

 

Il bando è rivolto per la sezione rassegne a enti pubblici e privati senza scopo di lucro, università, fondazioni, comitati ed associazioni culturali e di categoria, mentre per la sezione cortometraggi a organismi professionali del settore cinematografico e audiovisivo.

 

Le risorse impegnate ammontano a 200.000,00 per un massimo di € 15.000,00 per ogni progetto di rassegna e € 25.000,00 per la realizzazione di cortometraggi e comunque in entrambe le linee di finanziamento per una copertura non superiore all’80% del budget totale.

 

Si conferma l’impegno del Ministero per sostenere e valorizzare il talento culturale e creativo degli artisti italiani nell’ottica di favorire lo sviluppo e l’affermazione delle ampie capacità creative del nostro Paese, e al tempo stresso promuovere la partecipazione e fruizione culturale da parte di tutta la popolazione, soprattutto quella che ha meno opportunità e vive nei territori periferici.

 

Scadenza delle domande: 18 maggio 2018 ore 23:59

 

Cineperiferie – Bando
Cineperiferie – FAQ

 

I PROGETTI VINCITORI

 

Sono quattordici i vincitori di Cineperiferie. Sei i progetti di cortometraggio a carattere documentaristico selezionati e otto le rassegne cinematografiche in periferia.

Commissione selezionatrice: Giulio Latini (Presidente), Marco Bertozzi, Ivano De Matteo, Chiara Fortuna, Andrea Minuz, Costanza Quatriglio, Esmeralda Valente.

 

Cineperiferie – Verbale Commissione 13.06.2018
Cineperiferie – Decreto Direttoriale 25.06.2018
Cineperiferie – Graduatoria Cortometraggi
Cineperiferie – Graduatoria Rassegne

 

LE OTTO RASSEGNE CINEMATOGRAFICHE

 

Campania – Rione IACP, Santa Maria Capua Vetere

La rassegna SOSTIAMO IN PERIFERIA (a cura di Mitreo Film Festival) intende promuovere, a partire da alcuni film di Francois Truffaut sulla periferia parigina, la co-costruzione di una dimensione nella quale le tematiche chiave dei paesaggi periferici siano pensate e rielaborate dai giovani abitanti del quartiere in riferimento allo specifico contesto in cui vivono. Il cinema assume nel progetto il valore di strumento formativo. È prevista una simulazione di set e laboratori per avvicinare i giovani al mondo cinematografico, in particolare al settore tecnico del mestiere, e una mostra conclusiva per condividere quanto prodotto.
Brochure con programma – Sostiamo in Periferia

 

Sardegna – Quartiere Sant’Elia, Cagliari

La rassegna itinerante CINEBARRIO (a cura del Laboratorio di ricerca L’Ambulante) nei quattro luoghi maggiormente vissuti dagli abitanti del quartiere S. Elia viene realizzata nel cortile della scuola Nanni Loy, nello spazio antistante il bar, nel cortile dell’oratorio e in quello del Centro per l’impiego. Accompagnano le proiezioni una serie di attività creative per favorire la partecipazione degli abitanti (realizzazione di percorsi, installazioni interattive, opere condivise).
Programma – CineBarrio

 

Sicilia – Quartiere San Berillo, Catania

PROSPETTIVE (a cura di Trame di Quartiere) è una rassegna nel quartiere San Berillo a Catania nella quale le prospettive non sono solo quelle proposte dagli autori dei film, ma anche gli sguardi delle comunità sul presente per una riflessione sul contesto socio-ambientale. L’urbanistica, l’immigrazione, la narrazione e il degrado sono solo alcuni dei temi proposti nei dibattiti. Le comunità sono in questo processo il soggetto attivo che si racconta attraverso i propri desideri, i drammi, le aspirazioni e le soluzioni.
Programma – Prospettive

 

Sicilia – Quartiere Ballarò, Palermo

Non ogni centro gode di lustro e centralità, non ogni periferia necessita di essere lontana per essere nascosta allo sguardo. Il quartiere di Ballarò a Palermo ne è una potente dimostrazione, qui l’Africa è così vicina a noi da chiederci di essere letta e al tempo stesso ci sfugge per lontananza e mancanza di mezzi di trasporto culturali. Grazie al percorso proposto, tra film e cineasti, la rassegna CINESAHEL (a cura di Nomadica) vuole trasportare l’occhio dal centro cittadino del Cinema europeo per andare a contemplare le parti più periferiche e assorbire le coordinate e le influenze meno accessibili dell’Africa.
Locandina – CineSahel

 

Calabria – Catanzaro (itinerante)

SCHERMI (a cura di Divina Mania) è una rassegna volta a coinvolgere gli abitanti di Catanzaro in una proiezione itinerante che attraversa otto quartieri con un furgone appositamente realizzato dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Uno stimolo per le giovani generazioni a riflettere sul concetto di periferia, su come viene vissuta e come viene immaginata. Il cinema diviene pertanto veicolo di aggregazione per il rafforzamento del senso di comunità e di un “protagonismo periferico”.
Programma – Schermi / Locandina – Schermi

 

Emilia Romagna – Quartiere Santo Stefano, Bologna

SCREEN CITY (a cura della Fondazione Innovazione Urbana) racconta una città inedita grazie al potere evocativo e documentario delle immagini provenienti da Cineteca di Bologna e Home Movies – Archivio Nazionale di Famiglia, digitalizzate e presentate per la prima volta al pubblico in questa occasione. Le proiezioni hanno luogo presso l’Autostazione di Bologna nel quartiere di S. Stefano e sono organizzate secondo focus dedicati a: Confini, Identità, Architetture e Mobilità. Indagano in particolare i temi dello sviluppo nelle periferie, dei mutamenti del paesaggio, delle trasformazioni culturali e sociali, attraverso vere e proprie storie delle comunità e degli abitanti.
Programma – Screen City

 

Lazio – Comuni della Bassa Sabina (itinerante)

PERIFERIE NELLA PERIFERIA / PERIFERIAS EN LA PERIFERIA (a cura dell’Unione dei Comuni della Bassa Sabina) porta le periferie del mondo nel territorio della Sabina, nei comuni del reatino di Poggio Mirteto, Tarano, Forano, Montopoli di Sabina, Cantalupo in Sabina Stimigliano. Luoghi di rilevanti potenzialità, lontani dalla centralità delle grandi città. Il racconto avvincente delle storie più incredibili, vissute al margine delle megalopoli sudamericane, diviene oggetto di riflessione per i ragazzi del reatino che, attraverso il mezzo audiovisivo, raccontano la propria periferia. Il disagio sociale come tema di ricerca per promuovere e valorizzare il proprio territorio.
Programma – Periferie nella Periferia

 

Abruzzo – Quartiere San Giuseppe, Pescara

CINEMA IN CORTILE – LA TELEVISIONE VISTA DAL CINEMA (a cura di Artisti di Matta) si inserisce tra le case del quartiere San Giuseppe a Pescara, privo di sale cinematografiche, giungendo nei cortili dei condomini che si trasformano in arena per lo svolgimento della rassegna. Il progetto coniuga l’atto di condivisa fruizione dell’esperienza televisiva e mira ad analizzare i diversi aspetti del linguaggio audiovisivo stimolandone un dibattito critico sui film scelti e sui loro contenuti artistico-culturale, all’interno del contesto locale e sociale prescelto.
Programma – Cinema in Cortile