Giornata di studi sul Diritto d’autore

Lunedì 1 marzo 2021 si è svolta la giornata di studi online sul tema del diritto d’autore dal titolo I Musei d’arte contemporanea e il diritto d’autore. Una prospettiva di collaborazione sull’esperienza del Progetto RAAM, promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani con il sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, evento che per la prima volta ha riunito in un unico tavolo i soggetti che tutelano le opere di carattere creativo e le istituzioni che, per ragioni di studio, di ricerca, di diffusione e valorizzazione della conoscenza del nostro patrimonio culturale, ne richiedono i diritti di utilizzo.

 

La giornata si è articolata in due diversi momenti: la sessione mattutina, dalle 9.30 alle 13.00, aperta a tutti, con partecipazione gratuita fino a esaurimento posti; la sessione pomeridiana, dalle 14.30 alle 16.30, con un taglio più tecnico e a porte chiuse, riservata esclusivamente ai professionisti dei musei AMACI e del Ministero.

 

La giornata di studi si è aperta con i saluti istituzionali di Lorenzo Giusti, Presidente di AMACI e Direttore della GAMeC di Bergamo, e di Onofrio Cutaia, Direttore Generale Creatività Contemporanea, e ha visto susseguirsi gli interventi di Andrea Pizzi, Avvocato specializzato nel diritto d’autore, Valeria Foresi, Direttrice della Sezione OLAF della SIAE, Edoardo Gnemmi, Art Advisor e Direttore della Fondazione Fausto Melotti, Umberto Allemandi, fondatore e Presidente di Umberto Allemandi Edizioni, e Mark Reutter, Avvocato specializzato nel diritto d’autore. Gli interventi sono stati moderati da Lorenzo Balbi, Direttore del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna.

 

La legge italiana sul diritto d’autore tutela tutte le opere dell’ingegno di carattere creativo, qualunque sia il modo o la forma di espressione, attraverso il riconoscimento all’artista – per tutta la durata della vita e fino a 70 anni dalla morte – del diritto esclusivo di utilizzare economicamente l’opera in ogni forma e modo, originale o derivato. Indipendentemente dai diritti esclusivi di utilizzazione economica dell’opera, e anche dopo la cessione dei diritti stessi, l’autore conserva in ogni caso il diritto di rivendicare la paternità dell’opera e di opporsi a qualsiasi deformazione, mutilazione o altra modificazione, e a ogni atto a danno dell’opera stessa, che possano essere di pregiudizio al suo onore o alla sua reputazione.

 

Due le domande a cui si è voluto dare risposta: Come si rapporta la tutela della creatività dell’artista con l’attività dei musei, volta a valorizzare, studiare, comunicare l’arte? Come applicare le tutele previste dalla normativa in materia di diritto d’autore nei diversi ambiti e dipartimenti dei musei?

 

Giornata di studi sul Diritto d’autore – Com. stampa 18.02.2021

 

Giornata di studi sul Diritto d’autore – Video della sessione mattutina