Un’Opera per il Castello – Edizione 4

Da lunedì 14 luglio 2014 è on line il bando della quarta edizione del concorso nazionale Un’Opera per il Castello, dedicato ai giovani artisti, per selezionare un progetto artistico ideato per il Castel Sant’Elmo di Napoli. Il tema di quest’anno è dedicato alla comunicazione: Lo spazio della comunicazione. Connessioni e condivisione.

 

Castel Sant’Elmo rivolge un invito agli artisti a presentare un’opera o un progetto in cui centrale è il tema dell’arte come comunicazione, connessione e condivisione di idee, di riflessioni, di stati d’animo. Stabilire una relazione tra i fruitori, la creazione artistica e il Castello è la sfida che viene rivolta quest’anno ai partecipanti. L’arte è da sempre veicolo di conoscenza e di emozioni e il Castello per la sua storia passata e per la sua posizione predominate rispetto al centro urbano, ma allo stesso tempo visibile da ogni parte della città, può rivelarsi il luogo quanto mai adatto per accogliere azioni, gesti, segni che invitino il pubblico a partecipare, a connettersi e a condividere il progetto artistico.

 

Possono partecipare gli artisti di nazionalità italiana o straniera che operano stabilmente sul territorio italiano, di età compresa tra i 21 anni e i 36 anni – singolarmente o in gruppo – che possono aver svolto la loro formazione presso istituti italiani e stranieri ed esposto preferibilmente in una galleria, centro culturale, fondazione, istituzione museale pubblica o privata verificabile e riconosciuta come tale. I progetti devono essere inediti. Il vincitore riceve un premio di € 10.000,00 comprensivo della realizzazione del progetto.

 

Il concorso, promosso dall’allora Soprintendenza Speciale per il Patrimonio storico, artistico, etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Napoli e della Reggia di Caserta, è stato reso possibile grazie alla collaborazione e il sostegno dell’allora Servizio V della PaBAAC (precedente acronimo dell’attuale Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura) nell’ambito del PAC – Piano per l’Arte Contemporanea (Legge n. 29 del 23 febbraio 2001, Art. 3).

 

Per maggiori informazioni sul bando, visitare il sito web dedicato al concorsowww.polonapoli-projects.beniculturali.it

 

Scadenza delle domande: 14 novembre 2014

 

IL PROGETTO VINCITORE

 

La giuria ha premiato Claudio Beorchia, giovane artista trevigiano, che ha sviluppato il tema del concorso – “Lo spazio della comunicazione. Connessioni e condivisione” – con un progetto di particolare qualità estetica ed etica che nella sua essenzialità e originalità formale, affronta un argomento di grande attualità, proponendo una riflessione sulla connessione e la comunicazione generata dai media e recuperata attraverso un impatto emotivo e un’ immediata empatia con la condizione di disagio degli immigrati cui l’opera allude. L’opera che si relaziona intimamente con gli spazi del Castello, entra a far parte della collezione permanente di Castel Sant’Elmo.

 

“Il Tesoro” racconta le potenzialità delle relazioni umane nelle situazioni di emergenza e l’incontro tra culture, l’opera viene presentata in un ambiente nel quale si crea un rapporto profondo con il mare, un forte legame tra l’opera che accoglie e conforta . “Una grande pepita dorata – scrive Angela Tecce – giunge così ad abitare uno spazio racchiuso negli intricati meandri di Castel Sant’Elmo ma allo stesso tempo, questa luccicante pietra preziosa, fatta con un manto di coperte termiche, quelle usate per il primo soccorso, nasce da una contemporaneità crudele, brutale, della quale ognuno di noi è chiamato quotidianamente ad assumersi le responsabilità, facendo i conti con se stesso e con l’altro, con le proprie diffidenze e i diritti altrui, con la capacità di dare e di accogliere.”